DAStU Dipartimento Eccellenza
Logo DAStU
DIPARTIMENTO
 
IL DAStU

Il Dipartimento di Architettura e Studi Urbani-DAStU è una struttura di ricerca tematica e interdisciplinare del Politecnico di Milano costituita nel gennaio del 2013.

Il Dipartimento svolge attività di ricerca, di sperimentazione progettuale e di formazione nei campi del progetto architettonico e urbano, della pianificazione spaziale e del governo del territorio, delle politiche urbane, della conservazione e dell’intervento sul patrimonio costruito e naturale, dell’interpretazione storico-critica dell’architettura e della città.

È una delle strutture di ricerca più importanti in Italia nel campo delle discipline della città e del territorio, collocato in una solida rete internazionale di centri di eccellenza e aperto a forme di cooperazione con attori istituzionali e sociali a livello locale, nazionale e internazionale.

Il Progetto Scientifico del Dipartimento (2013) può essere visualizzato QUI.
Il regolamento di organizzazione e funzionamento del Dipartimento (2014) può essere visualizzato QUI.

ORGANI DI GOVERNO

Direttore pro-tempore
GABRIELE PASQUI

Direttore vicario
Luca Basso Peressut

Responsabile gestionale
Gloria Paoluzzi

Referente amministrativo
Costanza Mangione

Consiglio di Dipartimento
Composto dai docenti e dai ricercatori strutturati del dipartimento, dal Responsabile gestionale, da tre rappresentanti del personale tecnico e amministrativo Carmelo Di Rosa, Gianluca Ferrante e dai rappresentanti dei dottorandi Irene Bianchi.

Giunta di Dipartimento
• Paolo Beria, delega a Dati e Reportistica
• Marco Bovati, delega alla Comunicazione
• Massimo Bricocoli, delega a Internazionalizzazione e Rapporti con l’Ateneo
• Simona Chiodo, delega alla Ricerca
• Maria Fianchini, delega a Regolamenti e Procedure
• Paolo Galuzzi, delega alla Formazione post-laurea
• Maria Cristina Giambruno, delega alla Didattica
• Stefano Guidarini, delega a Spazi ed Edilizia
• Daniele Villa, delega alla Comunicazione

I membri della Commissione Didattica che siano anche membri delle Giunte delle Scuole a cui il Dipartimento è raccordato. Il responsabile gestionale Gloria Paoluzzi.

I rappresentanti del personale tecnico e amministrativo Cristina Bergo e Liana Frola.

ORGANI DI SUPPORTO

Sezioni dipartimentimentali
Il Dipartimento si articola in Sezioni, corrispondenti ai macrosettori disciplinari, che svolgono attività di istruttoria, di parere e di proposta nei confronti del Consiglio di Dipartimento in merito al piano di sviluppo del personale docente e dell’assegnazione dei ruoli di insegnamento. Le sezioni attualmente attive sono:

PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA
La Sezione è composta da docenti e ricercatori appartenenti ai settori ICAR 14, ICAR 15 e ICAR 16, che compongono il macro-settore 08/D1 Progettazione architettonica, e si occupa dell’attività scientifica e didattico-formativa dell’intero campo tematico e scalare del progetto di architettura per allestimenti, edifici, città e paesaggio.

Responsabile della sezione, eletto dai membri della stessa:
Pierfranco Galliani

Secondo membro eletto:
Ilaria Valente

Professori ordinari:
ICAR 14 – Guya Bertelli, Paolo Caputo, Maria Grazia Folli, Pierfranco Galliani, Kazujo Sejima, Ilaria Valente, Zucchi Cino

ICAR 16 – Luca Basso Peressut, Imma Forino, Gennaro Postiglione

Professori associati:
ICAR 14 – Andrea Di Franco, Simone Giostra, Stefano Guidarini, Marco Lucchini, Orsina Simona Pierini, Alessandro Rocca, Luigi Spinelli, Fabrizio Zanni

ICAR 16 – Roberto Rizzi, Pierluigi Salvadeo, Michele Ugolini

Ricercatori universitari:
ICAR 14 – Eleonora Bersani, Barbara Bogoni, Antonella Contin, Giancarlo Floridi, Andrea Gritti, Fabrizio Leoni, Roberto Ravegnani Morosini, Vincenzo Zucchi

ICAR 15 – Matteo Poli

ICAR 16 – Marco Borsotti, Mariella Brenna, Pier Federico Caliari, Lola Ottolini

Ricercatori a Tempo Determinato:
ICAR 14 – Barbara Coppetti, Marco Bovati, Camillo Magni, Pasquale Mei, Pier Paolo Tamburelli

ICAR 16 – Lanz Francesca

I temi di lavoro caratteristici dei tre settori sono così sintetizzabili:

ICAR/14 – Composizione Architettonica e Urbana
I contenuti scientifico-disciplinari si riferiscono al progetto architettonico, nella sua estensione dal dettaglio alla dimensione urbana, come processo e momento di sintesi. Si articolano in aspetti metodologici, concernenti le teorie della progettazione contemporanea; analitico-strumentali, per lo studio dei caratteri distributivi, tipologici, morfologici, linguistici dell’architettura e della città; compositivi, riguardanti la logica aggregativa e formale con cui l’organismo si definisce nei suoi elementi e parti e si relaziona col suo contesto; progettuali, per la soluzione di tematiche specifiche relative ad interventi ex novo o sul costruito.

ICAR/15 – Architettura del Paesaggio
I contenuti scientifico-disciplinari hanno per oggetto l’assetto paesistico del territorio, delle aree non edificate e degli spazi aperti, nonché l’organizzazione del verde, quale sistema entro cui si colloca la parte costruita delle città e del territorio. Riconoscendo come elementi fondanti le diversità ambientali e le preesistenze storiche, culturali, ecologiche ed estetiche e come carattere qualificante la valorizzazione delle procedure dell’ecologia nei processi di progettazione, comprendono attività riguardanti la pianificazione e gestione paesistica del territorio, la progettazione dei sistemi del verde urbano, la riqualificazione ed il recupero delle aree degradate, la progettazione dei giardini e dei parchi, l’inserimento paesistico delle infrastrutture ed il controllo dell’evoluzione del paesaggio.

ICAR/16 – Architettura degli Interni e Allestimento
I contenuti scientifico-disciplinari si distinguono dal ceppo centrale delle tematiche afferenti al campo della progettazione architettonica, in quanto fanno riferimento a temi che hanno un’autonomia particolare per metodo e strumenti, implicando interazioni con diversi altri settori. Riguardano aspetti teorici dell’architettura focalizzati sulle relazioni fra spazi fruibili, oggetti, immagini, persone ed aspetti applicativi legati alle problematiche progettuali specifiche dell’architettura d’interni e dell’arredamento, nonché a quelle dell’allestimento, della museografia, della scenografia, della decorazione.


PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE

La Sezione di Pianificazione e progettazione urbanistica e territoriale raccoglie i docenti e i ricercatori appartenenti ai settori disciplinari ICAR 20 – ICAR 21

Responsabile della sezione, eletto dai membri della stessa:
Patrizia Gabellini

Secondo membro eletto:
Alessandro Balducci
Professori ordinari:
ICAR 20 – Alessandro Balducci, Massimo Bricocoli, Giovanna Fossa, Luca Gaeta, Arturo Lanzani, Scira Menoni, Stefano Moroni, Gabriele Pasqui, Paolo Pileri
ICAR 21 – Stefano Boeri, Patrizia Gabellini, Francesco Infussi, Corinna Morandi, Paola Pucci

Professori associati:
ICAR 20 – Francesca Cognetti, Grazia Concilio, Valeria Fedeli, Carolina Pacchi, Davide Ponzini, Paola Savoldi
ICAR 21 – Paolo Galuzzi, Antonio Longo, Danilo Palazzo, Carlo Peraboni, Laura Pogliani, Luca Tamini, Piergiorgio Vitillo

Ricercatori universitari:
ICAR 20 – Fulvia Pinto, Gabriele Rabaiotti, Stefano Stabilini
ICAR 21 – Andrea Di Giovanni, Marco Facchinetti, Antonio Galanti, Laura Montedoro, Mariaalessandra Secchi

Ricercatori a Tempo Determinato:
ICAR 20 – Eugenio Morello
ICAR 21 – Giulia Fini, Cristina Renzoni, Federico Zanfi

I temi dei quali i docenti e ricercatori della sezione si occupano sono relativi alla progettazione, pianificazione e governo delle città e dei territori contemporanei.
Nell’ambito della sezione operano gruppi di lavoro che sviluppano attività di ricerca, consulenza e formazione avanzata sui seguenti ambiti: lettura e interpretazione delle dinamiche dei processi di urbanizzazione, dei territori e dei paesaggi, sia nel contesto italiano ed europeo, che a scala globale; progettazione urbana, del paesaggio e degli spazi aperti; pianificazione urbanistica e strumenti di governo del territorio, con particolare attenzione ai temi del riuso e della rigenerazione urbana; politiche urbane e territoriali, governo e processi di governance; progetti, piani e politiche dell’housing, delle infrastrutture e della mobilità; dell’ambiente urbano.


DISEGNO, STORIA DELL'ARCHITETTTURA, CONSERVAZIONE E RESTAURO
La Sezione Disegno, storia dell’architettura, conservazione e restauro raccoglie i docenti e i ricercatori appartenenti ai settori disciplinari ICAR 17 – ICAR 18 – ICAR 19

Responsabile della sezione, eletto dai membri della stessa:
Alberto Grimoldi

Secondo membro eletto:
Alessandro De Magistris

Professori ordinari:
ICAR 17 – Andrea Rolando, Rossella Salerno
ICAR 18 – Marco Biraghi, Alessandro De Magistris
ICAR 19 – Carolina Di Biase, Alberto Grimoldi

Professori associati:
ICAR 17 – Luigi Cocchiarella, Alessandro Bianchi,
ICAR 18 – Maria Enrica Marica Forni, Francesco Repisthi, Fausto Carlo Testa
ICAR 19 – Francesco Augelli, Alberta Cazzani, Davide Del Curto, Paolo Maria Farina, Mariacristina Giambruno, Gianfranco Pertot, Serena Pesenti

Ricercatori a tempo indeterminato:
ICAR 17 –  Claudio Umberto Comi
ICAR 18 – Paolo Bossi, Giovanna D’Amia, Damiano Iacobone, Carlo Togliani
ICAR 19 – Susanna Bortolotto, Lorenzo De Stefani, Rossana Gabaglio

Ricercatori a tempo determinato:
ICAR 17 – Camilla Casonato, Daniele Villa
ICAR 18 – Gaia Caramellino, Daniele Pisani, Ferdinando Zanzottera
ICAR 19 – Francesca Albani, Angelo Landi, Sonia Pistidda

I temi dei quali i settori disciplinari della Sezione si occupano sono:

ICAR 17 – Gli ambiti del settore riguardano le teorie e le tecniche di rappresentazione delle strutture formali e delle modificazioni delle architetture e dei paesaggi urbani, con riferimenti agli strumenti digitali e tradizionali per l’analisi dei valori esistenti e competenze nei processi di e-participation e di comunicazione del progetto.
ICAR 18 – Professori e i ricercatori si occupano di temi di storia, critica e teoria dell’architettura, di storia dell’urbanistica, della città e del territorio, incentrati su individuazione e analisi di fonti e loro interpretazione, entro contesti materiali sociali e intellettuali e teorie critiche proprie.
ICAR 19 – La tutela del patrimonio costruito, le modalità della sua trasmissione al futuro sono al centro delle ricerche in corso, che si fondano sulla storia materiale e l’analisi diretta dell’edilizia storica, per evidenziarne la dimensione di risorsa e orientarne le pratiche di cura e di valorizzazione.


SCIENZE SOCIALI, HUMANITIES, ESTIMO E PROGETTAZIONE AMBIENTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE
La Sezione di Scienze sociali, humanities, estimo e progettazione ambientale per l’architettura sostenibile raccoglie i docenti e i ricercatori appartenenti ai settori disciplinari ICAR 12-22, IUS/05-09-10, M-FIL/02-04, M-GGR/02, SECS/P03-P06, SPS/07-09-10

Responsabile della sezione, eletto dai membri della stessa:
Costanzo Ranci

Secondo membro eletto:
Carlotta Fontana

Professori ordinari:
Maria Agostina Cabiddu, Simona Chiodo, Carlotta Fontana, Matteo Goldstein Bolocan, Sergio Mattia, Costanzo Ranci Ortigosa, Alessandro Rogora

Professori associati:
Paolo Beria, Gian Luca Brunetti, Anna Delera, Luca Maria Fabris, Maria Fianchini, Pierluigi Mantini, Ilaria Mariotti, Emmanuel Matsaganis, Alessandra Oppio, Giancarlo Paganin, Agostino Petrillo, Angela Poletti

Ricercatori:
Francesco Basile, Giancarlo Brusa, Maria Antonietta Clerici, Giuliana Costa, Valentina Dessì

Ricercatore a Tempo Determinato:
Marco Arlotti, Paolo Carli, Danile Chiffi, Danila Iacovelli, Stefania Sabatinelli

I temi dei quali il settore scientifico disciplinare della Sezione si occupa sono:

ICAR/12 – Tecnologia dell’architettura
Le teorie, strumenti e metodi della progettazione architettonica alle diverse scale, nonché le tecniche di trasformazione e manutenzione dell’ambiente costruito; la sostenibilità ambientale e sociale del progetto di architettura, inteso come previsione di azioni che regolano i flussi di materia, energia, informazione scambiati continuamente tra eco-tecno-ambiente (edifici/sistemi insediativi) e persone/comunità insediate.

ICAR/22 – Estimo
Principi teorici, metodologie per la stima di beni, risorse e progetti, nonché modelli per la formulazione di giudizi di convenienza economico-finanziaria degli investimenti in ambito privato e pubblico. Gli interessi disciplinari si estendono alla valutazione multidimensionale dei progetti e dei piani considerati alle diverse scale e dei loro effetti su risorse naturali e territoriali, mercantili ed extra-mercantili, attraverso approcci di tipo monetario e quanti-qualitativi, orientati alla valorizzazione dei beni storico-architettonici e del paesaggio.

IUS 09/10 – Istituzioni diritto pubblico, Diritto amministrativo
Analisi giuridica del governo del territorio, della pianificazione e dell’housing (sociale); contratti e appalti pubblici di lavori, servizi e forniture; diritto dei beni, delle attività culturali e del paesaggio; normativa inerente la fornitura di servizi pubblici (telecomunicazioni, infrastrutture e reti di trasporto, “energy and gas”, servizi idrici, servizi di trasporto pubblico ferroviario e su gomma, servizi ambientali; diritti fondamentali e giustizia costituzionale.

M-FIL/02 –– Logica e filosofia della Scienza
Forme della razionalità scientifica, in particolare in condizioni di rischio e incertezza con applicazioni in scenario planning. Questioni epistemologiche, normative e pragmatiche della scienza, medicina e tecnologia. I metodi di ricerca così come i linguaggi usati sono sia formali che teorico-fondazionali.

M-FIL/04 – Estetica
L’esperienza sensibile e la filosofia dell’arte, con un’attenzione particolare all’architettura. In particolare, la relazione tra “aisthesis” ed “episteme”, la relazione tra realtà e idealità, la rappresentazione e la categoria estetica della bellezza. Gli strumenti di ricerca sono sia storico-filosofici sia teoretici.

M-GGR/02 – Geografia
La dimensione spaziale dei fenomeni sociali ed economici, con particolare attenzione alle nuove geografie dello sviluppo urbano e regionale. Le nuove geografie politiche con particolare attenzione al rapporto tra confini amministrativi e dinamiche spaziali dei poteri e delle relazioni decisionali in contesti pluralisti.

SECS-P/03 – P/06 Scienza delle finanze, Economia applicata
Introduzione ai metodi e gli strumenti dell’analisi economica delle politiche pubbliche, con particolare attenzione ai programmi sociali e di sostegno al reddito. Pianificazione, valutazione e regolazione di progetti e politiche di trasporto. Modellistica dei trasporti. Localizzazione delle imprese. Effetti degli investimenti diretti esteri sui paesi di origine e destinazione. Valutazione economica.

SPS/07-09-10 – Sociologia, Sociologia dei processi economici, Sociologia urbana
Le politiche sociali e di welfare locale, con attenzione particolare alle politiche di care (rivolte all’infanzia e ai soggetti non autosufficienti), di reddito minimo e di attivazione, di housing. Le nuove disuguaglianze sociali e le nuove forme di insicurezza sociale ed economica, le dinamiche della segregazione scolastica. I processi di esclusione urbana.

Commissione scientifica
La Commissione Scientifica è l’organo del Dipartimento che elabora il Progetto Scientifico del Dipartimento e si fa carico della sua attuazione. La Commissione è composta da: Alessandro Balducci, Gian Luca Basso Peressut, Alessandro De Magistris, Carolina Di Biase, Carlotta Fontana, Patrizia Gabellini, Pierfranco Galliani, Gabriele Pasqui, Paola Pucci, Costanzo Ranci Ortigosa, Rossella Salerno, Ilaria Valente.

Commissione didattica
La Commissione Didattica è composta dai docenti del Dipartimento che siano Presidenti dei Consigli di Corsi di Studio, membri delle Giunte delle Scuole con cui il Dipartimento è raccordato, incaricati del coordinamento dell’attività didattica presso i Poli Territoriali dove sono impegnati i docenti del Dipartimento, nonché da due rappresentanti per ciascuna Sezione dipartimentale. Fanno parte della Commissione Didattica i Direttori delle Scuole di specializzazione che siano docenti del Dipartimento; qualora non lo siano, nominano un loro delegato fra i docenti, membri del collegio della Scuola di specializzazione, afferenti al Dipartimento.

DIPARTIMENTO DI ECCELLENZA
SUL TEMA DELLE “FRAGILITÀ TERRITORIALI”

Il DAStU è tra i 180 dipartimenti italiani selezionati e finanziati dal Ministero dell’Università e della Ricerca (MIUR) per il periodo 2018-2022 nell’ambito dell’iniziativa “Dipartimenti di Eccellenza” (L. 232/2016). Si tratta di un intervento ministeriale innovativo che premia i dipartimenti che spiccano per la qualità della ricerca prodotta e che finanzia specifici progetti sviluppo.

Il DAStU ha sottoposto al MIUR un progetto di sviluppo della ricerca dipartimentale incentrato sul tema delle “fragilità territoriali”, con l’obiettivo di affermarsi come punto di riferimento nazionale e internazionale su questo tema e di produrre conoscenze e proposte su un tema di straordinario valore civile e sociale.

IT